×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie, cliccando 'Rifiuto' nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell'informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l'uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

Visualizza la ns. Informativa Estesa.

Hai rifiutato i cookies. Questa decisione è reversibile.

Le attività di formazione si svolgeranno presso la sede del CTS in forma individuale o piccolo gruppo, il numero dei partecipanti dipende dalla tematica, competenze individuali e logistica. Gli interventi avranno carattere tecnico-pratico per favorire l'uso di software e attrezzature tecnologiche e divulgare le buone prassi.

Gli eventi saranno rivolti:

  • ai docenti in riferimento all’utilizzo di software o hardware specifico utilizzato nel piano educativo personalizzato degli alunni;
  • ai genitori per fornire le opportune conoscenze sull'uso dei sussidi e strumenti previsti nel piano educativo personalizzato;
  • agli operatori che collaborano con la scuola;
  • alle famiglia per realizzare lo sviluppo delle autonomie personali dell’alunno;
  • agli alunni in quanto protagonisti e fruitori delle nuove tecnologie.

Fornisce  indicazioni di utilizzo degli strumenti hardware e software in ambito didattico.

Il prestito, così come il comodato d’uso, sarà valutato in base a criteri stabiliti dal CTS:

  • —Prestito software didattico: 30 giorni
  • —Comodato d’uso: un anno scolastico
  • —Consultazione e prestito di testi: 30 giorni

Possibilità di consultare l'elenco dei libri disponibili e delle riviste di settore. E' prevista la realizzazione di una banca dati dei libri disponibili consultabile on-line per facilitare la ricerca.

ATTIVITÀ DI CONSULENZA E CONSULTAZIONE

  • —individuazione dell’ausilio più appropriato per l’alunno in relazione ai propri bisogni educativi speciali
  • —assistenza didattica ai docenti fornendo indicazioni idonee per utilizzare lo  strumento in modo efficace in tutte le attività scolastiche
  • —attività  di prestito/comodato d’uso di strumenti e sussidi per l’attività inclusiva

 

MODALITà DI CONSULENZA

  • —Primo incontro presso il CTS per la presentazione della richiesta e la raccolta delle informazioni sul caso.
  • Rielaborazione delle informazioni e studio del caso da parte degli operatori.
  • Secondo incontro con gli utenti per la restituzione di indicazione specifiche in merito alla richiesta ed eventuale sperimentazione del materiale consigliato presso il centro.